Abbronzatura e acido ialuronico: c’è una relazione?

0

Durante l’estate la nostra pelle è maggiormente esposta al sole e ciò indubbiamente comporta numerosi benefici: il sole, come è noto, può giovare in modo importante alla pelle, alle ossa, alla psiche e al nostro sistema immunitario.
Inoltre, una bella abbronzatura oggigiorno è legata a un’immagine di successo, di giovinezza, di seduzione.
Oltre agli effetti positivi però, una non corretta esposizione solare può portare con sé degli effetti indesiderati anche molto gravi, causati dall’impatto delle radiazioni solari sulla cute: parlo in particolare del photoaging (ovvero il fotoinvecchiamento).

Gli effetti del fotoinvecchiamento

Le manifestazioni del fotoinvecchiamento possono essere molteplici:

  • accentuazione della trama cutanea
  • lievi discromie, cute opaca
  • cute “ruvida” al tatto
  • teleangectasie (dilatazione permanente dei capillari)
  • rughe di espressione più visibili anche a riposo
  • ispessimento della cute e colorazione giallastra
  • progressiva perdita di elasticità della pelle

Una strategia preventiva è quindi molto importante, ma quando questa non basta (o quando è totalmente assente) è necessario ricorrere alle terapie curative e riparative.

Un alleato per l’estate: l’acido ialuronico

Per migliorare la propria abbronzatura e approfittare al contempo di un efficace programma di ringiovanimento cutaneo, esiste un prezioso alleato: l’acido ialuronico. Si tratta di una sostanza già naturalmente presente nella nostra pelle, ma la sua concentrazione tende a diminuire con l’avanzare dell’età e in misura ancor maggiore quando la pelle è esposta ai raggi ultravioletti, determinando un indebolimento della cute e promuovendo la formazione di rughe e inestetismi.

Reintegrare l’acido ialuronico significa quindi ripristinare l’ambiente fisiologico ottimale per le cellule del derma, portando idratazione, stimolando l’azione dei fibroblasti e favorendo la produzione di collagene. L’acido ialuronico ha inoltre un importante ruolo antiossidante.

Una pelle più liscia e compatta, più idratata e più sana grazie all’acido ialuronico risulta quindi maggiormente preparata per il sole dell’estate e consente di ottenere un’ancor più invidiabile abbronzatura.

Condividi.