Rifarsi il seno può cambiare la vita di una donna?

0

La psicologia è uno degli aspetti più importanti negli interventi di chirurgia del seno, un aspetto troppo spesso ignorato a favore delle discussioni sul cambiamento fisico più evidente che un procedimento di aumento del seno comporta.

Sulla base della mia esperienza, molte donne si rivolgono alla chirurgia estetica per soddisfare necessità emozionali e risolvere problematiche legate alla propria immagine. Sebbene la chirurgia estetica a volte venga vista come una modalità di trattamento fisico superficiale, le implicazioni per la sfera psicologica sono molto più profonde di quanto si possa immaginare.

La forte componente simbolica del seno

Il seno è uno dei principali simboli della femminilità, della sensualità e della eventuale maternità. La donna vede il proprio seno come una componente vitale della sua identità. È vero che moltissime delle mie pazienti tendono a essere generalmente critiche verso il proprio corpo e in modo particolare riguardo al proprio seno. La maggior parte delle lamentele riguardano dimensioni, forma, collocazione e simmetria delle mammelle, tutto ciò è ovviamente un sintomo di insicurezza soprattutto nelle fasi più critiche della vita della donna, quindi post-gravidanza oppure dopo dimagramenti, ecc…

È proprio qui che la psicologia gioca un ruolo fondamentale: moltissime donne, indipendentemente dall’età, si sentono profondamente condizionate da ciò che considerano delle “imperfezioni”, al punto da non sentirsi a proprio agio con il proprio corpo e non riuscire in alcuni casi a vivere appieno le normali relazioni sociali.

Sono certamente queste le donne che possono trarre un forte vantaggio psicologico da un intervento di chirurgia al seno, che comunque con un intervento tutto sommato semplice come la mastoplastica additiva possono risolvere in maniera definitiva le loro problematiche.

Il ruolo del chirurgo plastico

Per questo un chirurgo plastico deve essere altamente preparato per risolvere le problematiche poste dalle proprie pazienti non dimenticando i più nascosti aspetti legati alle richieste delle stesse. Deve essere in grado di riconoscere i fattori che contribuiscono alla creazione di un’immagine negativa e saper aiutare le proprie pazienti non solo a ottenere le alterazioni anatomiche desiderate ma soprattutto a valorizzarle e quindi risolvere i casi di disturbi emozionali.

La scelta di rifarsi il seno è certamente un passo molto importante nella vita di una donna e non va assolutamente presa alla leggera, anche perché l’intervento risolve il problema morfologico ma non direttamente l’aspetto psicologico, del resto non è un caso che la maggior parte delle donne che si sono sottoposte a un intervento di mastoplastica o di mastopessi consideri tale avvenimento come uno dei più importanti e fondamentali della propria vita.

Condividi.