Estate e mastoplastica: un connubio che non fa (più) paura

0

Nonostante siano in molti a pensare che l’estate sia la stagione peggiore per sottoporsi a un intervento di mastoplastica, in realtà questo periodo offre molti vantaggi: a partire dalla possibilità di approfittare delle ferie estive senza la necessità di chiedere permessi lavorativi, per poter affrontare l’intervento in modo più rilassato e ritornare al lavoro senza problemi.

Gli accorgimenti da seguire

Naturalmente è necessario seguire degli accorgimenti se si decide di ricorrere alla chirurgia di aumento del seno o alla mastopessi durante l’estate: dopo il primo mese in cui bisogna evitare il sole in seguito è comunque importante limitare l’esposizione evitando le ore centrali più calde, è possibile andare al mare utilizzando comunque una protezione solare molto alta in modo tale da proteggere le cicatrici anche se coperte dal costume da bagno

Anche la preoccupazione che il sudore possa infettare le ferite rappresenta un falso mito: l’unico inconveniente legato al sudore consiste nel fatto che una pelle più umida tende a ritardare un po’ la cicatrizzazione, ma è sufficiente seguire le cure e le raccomandazioni post-intervento per non incorrere in contrattempi nel recupero post-operatorio.

Cicatrici e abbronzatura

Infine vorrei chiarire un dubbio che molte pazienti hanno manifestato circa il rapporto fra cicatrici e pelle abbronzata: l’esposizione diretta delle cicatrici al sole potrebbe dare origine a iperpigmentazioni rendendo più scuri ed evidenti i segni dell’intervento. Il consiglio è quello di proteggere l’area interessata dal processo di cicatrizzazione con un adeguato filtro solare sia che la vostra pelle sia più chiara o più scura.

Condividi.